- NATALE -


Laila era una bambina che amava passeggiare lungo i sentieri della foresta, osservava ogni piccola cosa e il suo cuore si riempiva di gioia.
Un giorno nella foresta vide un uomo anziano seduto ai piedi di un grande albero. Incuriosita Laila si avvicinò e gli disse:
"Ciao! Io sono Laila e vengo qui ogni giorno, ma non ti ho mai visto e neanche questo albero avevo mai visto!"
"Ciao piccola Laila, io mi chiamo Giosalpino e sono il custode di questa foresta. Questo grande albero è una bellissima quercia che lascia cadere i suoi frutti solo ogni 100 anni. Oggi sono qui per raccogliere i suoi frutti. Vuoi aiutarmi a raccoglierli?" - chiese Giosalpino
"Si!" - rispose Laila
Allora entrambi si misero a raccogliere tutti i frutti e ne raccolsero talmente tanti che non sapevano più dove metterli.
"A casa il mio nonno ha tanti sacchi vuoti, vado a prenderli!" - disse Laila
"Aspetta piccolina - disse Giosalpino - prima che tu vada lascia che ti racconti una storia. Tanto tempo fa nel bosco vivevano delle Creature che custodivano il segreto del rispetto. Vivevano in armonia con gli animali e le piante, ogni notte si trovavano e festeggiavano con musiche e balli. Per molto tempo fu così, ma un giorno ci fu un grande incendio e la foresta venne quasi bruciata tutta. Molte Creature morirono e altre fuggirono lontano. Dopo molti anni la foresta cominciò a germogliare e a ricrescere ma le Creature non tornarono e così decisi di venire qui, sotto questa grande quercia, aspettando il loro ritorno. Cominciai a raccogliere i suoi frutti e li seminai ovunque, qui attorno. Un giorno ti ho vista e ho detto "Ecco, le Creature stanno tornando!". Tu hai rispetto per questa foresta e per i suoi animali e corri e danzi proprio come facevano loro. Ora prendi qualche frutto e portalo con te nella tua casa, poi piantali in terra e un giorno saranno delle grandi quercie. Quel giorno verranno altre Creature che, attirate dall'amore che hai seminato, torneranno a vivere nella foresta!"
"Che bellissima storia! Grazie! - disse Laila - Allora prenderò questi frutti e li porterò a casa, poi tornerò con i sacchi vuoti! Aspettami, ci metterò pochissimo!"
Laila corse a casa, prese i sacchi vuoti e tornò nella foresta. Arrivò davanti alla grande quercia ma Giosalpino non c'era.
"Giosalpino!!! Dove sei??" - urlò Laila
Guardò in terra e vide un foglio di carta con scritto:
"Piccola Laila, oggi la grande quercia ha deciso di restare, così quando vorrai la potrai guardare. Mi ha detto di dirti di non cambiare e ogni giorno ogni cosa amare. Questo è il segreto di Giosalpino, buffo vecchio e danzerino. Se sempre felice vuoi restare ogni cosa dovrai rispettare. Le altre Creature presto torneranno e danzare un giorno le vedranno. Ora ti saluto amica mia, vado torno e mai andrò via."
Laila tornò di corsa a casa, entrò e disse a suo nonno:
"Nonno oggi ho incontrato Giosalpino e assieme abbiamo raccolto tutti i frutti della grande quercia! Guarda, ne ha dati un pò anche a me!"
Il nonno guardò Laila e le sorrise, poi disse:
"Giosalpino, il buffo vecchio e danzerino!"