- IL GATTO E IL TOPO -

In una piccola casa abitavano un gatto e un piccolo topo. Il gatto si sforzava sempre di prenderlo e il topo ce la metteva tutta pur di riuscire a sfuggirgli.
Un giorno il gatto riuscì ad intrappolare il topo in un angolo della casa.
"Ahah! - disse il gatto - Non puoi più scappare ora!!"
"E perchè dovrei scappare??" - disse il piccolo topo
"Bhè perchè, se non lo fai, io ti mangerò!" - disse il gatto
"Sai sono stufo di scappare - disse il piccolo topo - continueresti a perseguitarmi, è la tua natura. Va bene, sono pronto!"
Il gatto allora restò stupito dalle sue parole e gli disse:
"Quindi ti arrenderesti a questo gioco e ti faresti mangiare di tua volontà?"
"Si!" - rispose il piccolo topo
"Ma che divertimento è così!?!?" - disse il gatto
"Senti, io ogni giorno mi sveglio e devo provvedere al cibo. Devo sopravvivere a tutti i pericoli che vive un piccolo topo come me. In più ci sei anche tu, che ti diverti a darmi la caccia come un sadico! A sto punto mi chiedo: qual è il senso?" - disse il piccolo topo
Il gatto restò in silenzio qualche momento e poi disse:
"Amico mio le stesse cose le vivo anch'io e i pericoli ci sono anche per me. E' una ruota che gira e se non ci divertiamo un pò con questo gioco sai che noia???"
"Eh lo so, però se le tue intenzioni sono quelle di mangiarmi allora io non mi diverto più!!" - disse il piccolo topo
"D'accordo! - disse il gatto - Da oggi in poi ci divertiremo giocando e io ti prometto che non ti mangerò!"
"Mi sembra un ottima idea amico mio!" - disse il piccolo topo
E così da quel giorno i due amici si accontentarono di quello che il Cielo inviava a loro per sopravvivere e giocarono la loro esistenza di vita, rispettandosi a vicenda.