- Le Poesie della Madre -


- Parole Semplici -

Testi di Greco Maria Luigia


- Melodiosa Natura -

O dolce usignolo, dal canto melodioso,
il tuo piccolo nel nido già prende il volo.
Lungo i sentieri delle campagne in fiore,
risvegli i sentimenti addormentati dal lungo torpore.
Si sveglia la natura dal lungo letargo freddo e nebbioso.
Acque limpide e fresche,
assetano i verdi pascoli asciugati dal vento tiepido e leggero.
Piccole foglie di pioppi sugli argini di fossi,
suonano una dolce armonia ondulate da una brezza leggera.
Nel tramonto silenzioso,
voli alti di rondini salutano il giorno che sta per andare a riposo,
dopo ore laboriose e fruttuose.
Crepuscolo primaverile,
annunci le tiepidi notti di cieli stellati,
di lucciole danzanti, di rane gracidanti.


- Primavera, dolce richiamo -

Soffio leggero, che sfiori i petali profumati di una rosa,
sei il dolce respiro della giovane primavera.
Caldo è il tuo respiro mattutino,
che da sollievo al vecchio viandante
sulla via dei campi verdeggianti
e punteggiati di mille colori.
Il dolce cantare di un piccola cinciallegra,
richiama e solleva il pensiero alla passata gioventù
gioiosa e scherzosa.
O dolce canto melodioso!
Rossi tramonti, speranza di giorni di sole,
profumo di fiori sulle rive di un piccolo ruscello
che scende nella valle silenziosa e solitaria.
Dolce primavera era la nostra gioventù,
correndo nei campi di grano.
Ritorna il ricordo di una vita passata
con gioie e dolori. Ritorni ancora, l' età è matura,
ricca e succosa come gli acini di un grappolo d' uva.


- Amicizia -

Fiore di primavera, bellezza unica tra mille colori.
Il tuo nettare è freschezza e gioia di esserti amica.
Il tuo dare è amore, per me operosa.
La tua bellezza non appassirà,
perché il tuo profumo ha inebriato il mio piccolo cuore.


- Chicchiricchi malinconico (per bambini) -

Rintocco di campana, all'aurora nascente
risveglia il paesino che sonnecchia pacatamente.
Nel cortile del mio vicinato, un gallo cinesino risponde al suo cugino,
nel pollaio di un vecchio prelato.
Chicchiricchi, son cinesino, chicchiricchi, son molto carino.
Sono la sveglia del mio padrone e fiero del mio crestone.
Faccio la guardia alle sue gallinelle
che ogni giorno
per me, si fanno belle.
Mangio con gusto il buon pastone, fatto di miglio,
di grano e buon cicorione.
Canto ogni giorno la mia canzoncina
per essere in allegria ogni mattina.
Rispose il suo amico di eta' avanzata
mi alzo al mattino e vivo a giornata.
Faccio il guardiano d'una vecchia brigata
Oche, tacchini, galline e faraone,
in questa cascinetta vicino alla chiesetta.
Ero forte e robusto, come un vino d' annata...
ora son vecchio e tutto acciaccato,
il mio ultimo canto per me e' un rimpianto,
perché la vecchia perpetua zitella,
domani mi metterà in padella.


- Rosa di Maggio (ad un amica ritrovata) -

Rosa di Maggio, la rugiada bagna i tuoi petali ondulati dal vento,
fresca e profumata sorridi al sole.
Nel mio cuoricino c' è posto ancora per te.
Sei stata amica nella passata gioventù,
adesso ti ho ritrovata e non ti lascio più.


- Pazienza -

Come una dolce melodia,
rintocchi di campane echeggiano nella brulla vallata.
Sospiri di primavera,
sussurrano leggeri e profumati di primule e viole dai colori a pastello.
Sui margini di stradine strette sui dirupi, tra rovi dalle more zuccherine, fanno capolino
piccoli petali del colore del cielo.
Piccolo fiore,
che sei nascosto e che cerchi un raggio di sole, quale è il tuo nome?
Il mio nome è Pazienza.
Sono nata tra questi rovi che mi proteggono e allontanano da piedi che
vogliono calpestarmi e da mani che desiderano strapparmi da questa
terra, che è ristoro per me che vivo nascosta.
Il rovo mi è amico, lasciando che le sue lunghe braccia spinose si abbassino al vento nelle giornate di sole.
Il mio cuore è tranquillo, quando il suo respiro sfiora i miei petali, ed è caldo, quando i suoi raggi penetrano il mio piccolo essere.
Vivere nascosto nella mia piccola intimità, per me, è tranquillità e pace.
In questa giornata senza sole, per me che sono chiamata Pazienza, aspetto un soffio di vento che cancelli, come una spugna, le nuvole che oscurano il colore del mio piccolo cuore.


- Autunno nel borgo -

Non odo più il dolce canto della rondinella, in questo piccolo borgo odoroso di mosto e
di fieno.
L' autunno è quì, con le sue tinte accese di sole e di fuoco.
Il tiepido sole, accarezza con il suo calore la campagna che si riposa.- Agosto -Il sole bacia il tetto di un piccolo casolare
tra le strade di campagna dove, il canto di piccoli cantori mattutini, allietano il giorno
appena iniziato.
Sui tetti le danze di piccioni in amore tra battiti di ali e saltelli leggeri.
La voce della campana ricorda che tra qualche ora la messa di ringraziamento sta per
iniziare. Correte fedeli, piccoli e grandi, lodate e ringraziate il Signore per il sole che splende e
per le bellezze che ci circondano.
Campi imbionditi di grano maturo, piccoli papaveri che fanno capolino tra ortiche ed
erba alta.
Estate, stagione della vita, tra giovinezza e vecchiaia, un pò asciutta un pò bagnata, un
pò afosa un pò tiepida, ma bella e ricca.


- Abbraccio sincero -

Che cos' è questa malinconia che prende posto nella mia mente?
Che cos' è questo vuoto che sento nel mio cuore?
Cosa mi ha lasciato il tuo abbraccio affettuoso, mia dolce amica?
Un fremito...che sento ancora in queste mie mani.


- Mattinata uggiosa -

Questa leggera foschia penetra nel mio animo.
Cerco un raggio di sole che possa filtrare da un piccolo squarcio, per illuminare questi
miei occhi appesantiti e annebbiati da questo grigiore.


- Un nuovo giorno -

Svegliarsi al mattino e pensare: - un altro giorno sta per cominciare.
La vita, questo grande dono, una grande e ricca esperienza di attimi fuggenti, ma che
rimangono nel tuo cuore;
minuti che passano come le primavere della tua giovane età, vissuta nella spensieratezza
e ingenuità di una bambina.
Sperare nel futuro, forse migliore, di donna matura con il suo piccolo bagaglio, ricco e
colmo di amore avuto e forse,
dato con generosità ed altruismo.
Gioie e pene sono passate,
gioie e pene verranno ancora.
La candela è accesa.
Speranza, mia dolce amica:
sussurra al mio cuore dolci parole che calmano il mio animo, una tranquillità serena e
fiduciosa.


- A Tommy... -

Non dimenticare il sorriso e gli occhi di un bambino,
il sorriso e l' innocenza del suo cuore mite e gioioso.
Cuore che non distingue bene dal male;
con i suoi occhi trasparenti come l' acqua di rugiada,
leggi la bellezza della sua anima pura e casta.
Ti offre la sua incapacità di distinguere ciò che tu gli offri: gioia e dolore per il suo tenero sentimento verso te.
Da te cerca amore e sostegno, amalo con tutto te stesso.


- A Giulietta... -

Il tuo dolce canto, armonioso e chiassoso,
non odo più, piccola creatura.
Eri la sveglia del mio dolce dormire
e allietavi ogni giorno con il tuo dolce dire.
Giornate di sole di pioggia e di brina,
era allegria la tua compagnia.
Ogni tua melodia era una dolce sinfonia.
Di mattina e di sera era sempre una lieta primavera.
Giulietta, Giulietta...
te ne sei andata troppo in fretta.
Te ne sei andata via,
e hai lasciato il tuo Romeo.
Per te il sipario è ora sceso...
per aprirsi, forse, davanti ad un' altra platea.


- Incomprensione ed egoismo -

Solitario e silenzioso,
attraverso questo mare di incomprensione.
Domande su domande...si interroga il mio cuore.
Quanti perché, quante risposte non trovo!
Nel mio intimo, fragile, quale tempesta di sentimenti,
di emozioni, lottano, si scontrano,
per aiutarmi a capire questo malessere indefinito...
che annebbia la mia mente!
Corro nelle mie più piccole tane,
dove nascondo la mia ingenuità,
la mia timidezza, la mia incapacità di ribellarmi,
di difendermi chiudendomi nel silenzio...lontano dal mondo.


- Soffio di vento -

Con un soffio di vento,
giunga a te il mio pensiero costante e premuroso di madre.


- Raggio di sole -

Come un raggio di sole riscalda e illumina il buio sentiero
il mio sorriso ti accompagni sempre.


- Abbraccio -

Stringi forte il mio abbraccio
e un bacio sfiori la tua guancia.


- Perugia -

Non posso non pensarti piccola Perugia,
dolcezza di baci, di strade in salita, di balconi fioriti.


- Composizione -

Pensare
E
Ricordare
Un
Giorno
Indimenticabile
Amaro


- Dedica (Madonna del Pettoruto) -

Montagne alte, alberi verdeggianti,
ruscelli con le loro acque fresche e dissetanti ti circondano.
Alberi, che con i loro rami piegati dal vento,
si inchinano umilmente.
Ti salutano i fiumi, con lo scroscio delle loro acque.
A te o Madre si innalza un inno di ringraziamento per questo luogo dove il cuore prega,
la mente è tranquilla.
Ti saluto, o mamma, ogni qual volta l' eco della campana risuona tra queste montagne.


- A Emiliano -

Figlio smarrito,
per le vie del mondo,
ascolta il tuo cuore che cerca l' amore.
Pensiero sovente che angoscia il mio cuore,
attendi paziente un alba nascente.
Ricolmo è il mio cuore di buona speranza,
aspetta con gioia la sua vicinanza.
La vita è una rosa ricca d' amore, di gioia e calore.
Ma le sue piccole spine ricordano al cuore
che tutto non è splendore.
La rosa appassisce e tutto finisce.


- Foglia d'autunno -

Danzar stanca
e dondolar su questo ramo
prima di lasciarsi cader e riposar.
Salutar questo cortile dove in gioventù
la mia ombra ha rilassato il vecchio agricoltore.


- Dialogo in giardino (per i bambini) -

Son spinosa, è vero,
ma sono alta.
In estate mi faccio ancor più bella e colorata,
con un giro di fiorellini che mi fanno una ghirlanda.
Cara amica ......
Mi piacerebbe salire sulla tua cima
per ammirare la bellezza del giardino.
Striscio al suolo fra foglie e rami secchi.
Vedo tutto dal di sotto, ora che sono ormai vecchia e stanca.
Vieni mia cara amica.
Le mie spine ti faranno da gradino per salir su in cima...
ma devo stare ben attenta, perché conosco la tua ghiottoneria...
...da quell' estate che hai ingoiato tutta la mia diadema
che mi fa sentire una regina.


- Mente stanca -

Mente mia,
lasciati portare in alto
come una farfalla leggera e spensierata...
Riposati sulle fronde di questo giardino
che è la tranquillità
e assapora il dolce stare insieme in queste giornate senza sole.


- Settembre -

Viandante solitario che cammini sulla strada terrosa di campagna,
al tramonto di questa giornata settembrina.
Stanco e curvo ritorni dai campi brumati
e ricchi di spighe di riso e granturco maturo.
Settembre, mese gentile che colori e profumi i campi
e le colline di acini succosi, di alberi e brattee dorate, di noccioli maturi.
Sui pendii scoscesi il sole, coi suoi tiepidi raggi,
filtra nel profondo di cumuli rocciosi e umidi per la pioggia della notte.
Settembre, le tue aurore non svegliano più con dolci melodie il cuore.
La calda stagione ormai sta per finire, lasciando nel cuore dolci ricordi, di giornate trascorse al chiaro di luna, tra profumi di glicine in fiore
e ragazzi chiassosi nelle vie dei piccoli borghi.


- Stato d'animo -

Sorrisi forzati in questi giorni di sole,
ma tristi.
Con il cuore angosciato.
La mente sono stati d' animo incontrollabili,
un continuo rifugiarsi in qualche tana per non pensare...
ma non serve.
Ecco, vivere giorno per giorno
questa è la morale, non farsi progetti
non desiderare niente.
Vivere,
e accontentarsi di quello che hai.


- Amicizia vera -

Ho cercato tanto una amicizia vera
e quì mi sono fermata...
come la farfalla su una rosa a primavera.


- Giardino autunnale -

Giardino immenso e odoroso
dove le fronde di pioppi sussurrano al vento dolci parole.
Foglie danzanti
che si lasciano cadere sul letto di colori autunnali
a riposare e dormire dopo una bella stagione di campi fioriti.
Dolci melodie di uccelli migratori
che salutano il piccolo paese.
La campagna brulla sorride al tiepido sole di ottobre vendemmiatore.


- Inconscio -

Il mio pensiero, corre, scivola lungo un filo
nel silenzio della notte, senza far rumore.
Luci soffuse lontane,
mi accompagnano lungo la strada silenziosa
e solitaria della mia mente stanca.
Acqua limpida e frescha che disseti il mio cuore
assetato di amore e conforto.
Strada lunga e lontana
calpestata dal camminare, angoscioso di una mente ubriaca e fragile.


- Amico contadino -

Ricurvo sotto il sole di marzo
solchi le zolle con le tue mani rugose.
Contadino esemplare coltivi il buon seme
che un giorno buoni frutti ti da.
Sincerità e cuore benevolo è la tua grandezza d' animo,
uomo generoso, parsimonioso e gentile
che fa invidia ad ogni cortile.
Buon consigliere,
ci inviti ad assaporare il tuo sapere,
bere e assaggiare la tua cultura.
In confidenza... è una grande fortuna!


- La Vita -

La vita e ' un sussurro di attimi che fuggono
ma restano nel profondo del cuore e ti fanno crescere pian piano;
la vita e ' un sorriso, quando nel momento del dolore,asciuga una lacrima;
la vita e ' un ' abbraccio sincero nei momenti di sconforto.
La tristezza,la malinconia,attimi che assapori,sanno di amaro,
ma servono per farti ricordare
il mistero che e ' nascosto nel nostro io.


- Sussurro dal mare -

Per me e ' si ' dolce ricordare i giorni antichi,
quando racchiusa nel mio piccolo guscio,
la voce del mare,faceva vibrar il suol dove riposavo.
O bellezza di madre,
di essere indifeso, strappato da questa immensa distesa azzurra
che avviluppava e sosteneva con un abbraccio la mia vita.
In te si riflette il sole,che penetra coi suoi raggi,
accarezzando i colori argentei del mare.
Bellezza umana! Che ti vanti del tuo essere,
che per la tua vanita ' ,cancelli con la tua mano
lo splendore del creato;
guarda con la sensibilita ' di bambino ogni piccola creatura,
non deturpare con il tuo egoismo,la vita nascosta
anche nelle piu ' profonde realta ' dell ' universo
che tutto sostiene con il suo amore.


- Dedica al mio paesello -

Son partita un giorno da te, mio caro paesello,
lasciando tra le mura antiche il sorriso e il sospiro della mia gioventu ' .
Casetta mia,tra montagne innevate,
lucenti al sol come brillanti e mare azzurro e limpido
come l ' acqua sorgiva delle tue quattro fontane,
vieni ancora nei miei sogni,di una mente ormai stanca,
ma tanto ricca di ricordi.
Ho scritto queste righe per non dimenticare e assaporo ancora
la tenerezza di questo mio cuore,che ti ama ancora e la freschezza del tuo sospiro
che da ' giovinezza alla mia eta ' ormai matura.


- Lontane primavere -

Sinfonia del tuo dolce e allegro canto
S ' ode in queste mura di cascine
E allieti il cor ,dopo una lunga stagione malinconica,
in questo piccolo borgo dimenticato dal tempo.
Respiri stanchi di vecchi contadini,cullano il suo riposo
Di lontane primavere,di allegria ,di balli al chiar di luna,
di sospiri amorosi nei vecchi granai;diroccati e consumati dal vento.
Lo scroscio dell ' acqua di un piccolo fosso,fa eco in questo spazio
fermo , e lo stridor di cingoli tra zolle bruciate
dal caldo sole,e accarezzate dal tiepido vento;
e ' il ritornare alla tua gioventu ' fresca e profumata come ......
i gigli di campo e la verbena in fiore.
Cercar nei tuoi giardini incoltivati,
il colore di malva,il profumo intenso di una vita passata,
di ricordi ancora presenti,
che fanno compagnia al cor.


- La primavera fa capolino -

Ricercar tra cespugli e gramigna
il tuo color piccolo fiore di campo, tra profumi di terra bagnata.
Si risveglia pian piano la natura,
dopo un lungo dormire.
Terra, terra, che nascondi con un abbraccio il buon seme,
che sta ' per germogliare;
difendi, con la tua forza che il buon DIO ti ha dato ,
tutta la bellezza dei tuoi colori tenui e forti di arcobaleno,
il profumo di verde speranza,in questo tempo dove le mani
e piedi d ' uomo strappano e calpestano,la tua ...... grandezza.


- Note e colori della Vita -

Sognar di cantar le dolci note dell ' arcobaleno
Nel giardino verde della speranza,
quando il cor sussurra :si ... saper aspettar,
in un giorno migliore,
allora quando il mio pensiero e ' là,
tra sogni e realta ' ,mi piace ammirar l ' indaco del lillà.
Do e canto l ' amore come una rosa rossa,sbocciata
nel silenzio d ' un mattino di primavera
col cielo azzurro, che fa sospirar il cuor
e sol ascoltar la chiave d ' un violino che canta le melodiose note
di un giallo canarino ... ..e lasciarsi inebriar dal profumo
di fiore d ' arancio.
Ne re ,e nemmeno un brigante,cancellerà
l ' affetto che ho nel petto ,
mio bel fior dal color violetto.


- Cuore -

Cuore umano , fragile, sentimenti tiepidi,
desideroso di dare,ma incostante nel perseverare.
Cuore bramoso di crescere,migliorare nei sentimenti veri e schietti.
Lasciarsi andare,vivere,amare ogni piccolo essere con le tue piccole
capacita ' di offrire,amare chi ti parla,chi ti sta ' accanto,
chi ti e ' lontano ......
Amare la pena che provi al suo distacco,dalle tue braccia,
mentre sfiori le sue guance con un piccolo bacio.


- Pensiero per compleanno -

La vita e ' una gemma
racchiusa in uno scrigno,circondata
da un mare di speranza.
Chiusa, d ' inverno,su un ramo di pesco
si difende dal gelo,dalla pioggia,dalla neve.
Con la sua forza attende la primavera,
per aprirsi ai raggi del caldo sole.


- Canto di gioventù -

Ai primi chiarori di un alba domenicale
odo lontano ,un canto gioioso ,
di un piccolo cantore.
Per me e ' si dolce cantar in gioventu '
Saltellar sui rami,coccolarsi al sol tiepido di febbraio,amar la vita.
E tu mio dolce amico,perche ' vuoi fuggir da questa vita?
Canta con me,spera, non ti scoraggiar.
Quando la tempesta si scatena,
non ti angosciar!


- Sonno e pace -

Leggera come una piuma,
cado in una calma assoluta. Sento vibrar un sibilo che mi avvolge ;
e ' come entrar in un tunnel lontana dai frastuoni che rimbombano
la mente. Allontanarsi sempre di piu ' da cio ' che ti circonda,cadere
in un vortice di pace,tranquillita '.E ' come essere attirata da una forza,
la mente riposa dopo una giornata piena di pensieri.
Un filo lungo ,leggero,di seta ... ...arriva il sonno ......
Le palpebre appesantiscono ,sono come due finestre
Che si chiudono al tramonto del sole.
Cosi ' i miei occhi stanchi cercano il riposo notturno,
per riaprirsi forse ,chi sa ' domani a un nuovo giorno,
spero di sole.


- Non ti scordare di me -

Non dimenticarti di me, quando le giornate sono fredde,
nebbiose e grigie. Pensa al mio color del cielo senza nuvole.
Non dimenticarti di me,nelle tue passeggiate,lungo le stradine di
campagna. Non cercarmi tra le rose e le viole,ma tra margheritine bianche
ed erba alta, tra ciottoli e sassolini di cortili di cascine dimenticate
Non dimenticarmi,cercami nel profondo del tuo cuore,
tra ricordi di gioventu ' trascorsa tra libri di scuola,
dimenticato tra le sue pagine ingiallite dal tempo come una fotografia
Sono un tuo attimo di vita che fugge, un pensiero di un amico
un attimo di gioia,di tristezza,di malinconia per il tuo cuore
Momenti rimasti chiusi nel mio essere fiore, piccolo,
ma tanto grande, per non scordarti di me.


- Luna nascente -

Ricordar, giorni lontani,quando la freschezza fulgea
come la luna nascente.
O luna! Che rischiari la notte ......
Sei la luce di speranza per ogni piccolo essere che cammina nel silenzio della
notte. La tenerezza e la bellezza che traspare dal tuo chiaror,
accompagna i sogni, le speranze, l ' ingenuita ' di un bambino,
nel vedere coi suoi occhi e la sua sensibile fantasia,in te,l ' amore di madre
e l ' immensità dell ' infinito.


- Vita: amore , odio -

Un attimo di pace, di silenzio, accarezza il mattino.
Solamente ascoltar i palpiti di questo cuor nascosto.
Resto a immaginar la vita ,senza sentimenti di amore,di odio; ma sapere
che non e ' possibile.
Tutta la natura ama,respira anche nel suo silenzio,quando tutto sembra
finito. O cielo! Parlami!
Piccola nuvola che sei cosi ' lontana ,trascinata dal vento amico,
Quanti cuori hai fatto innamorare? Quanta fantasia hai suscitato nella
Mente di chi ti ha ammirato! Quanta vita doni a questa terra arida,
quando con le tue lacrime, sprigioni tutto il tuo amore!
E voler cancellare tutto il male anche nei piu ' remoti nascondigli
Di cuori ormai persi,induriti da gelidi sentimenti!
O cuore che batti nel petto,e,ti chiudi in una gabbia di pietra ......
Lasciati colpire dal dardo di quell ' amore che penetra nell ' intimo
e ci fa innamorare della vita!


- Mattino malinconico -

Ora il mio cuore e ' triste, ma gli occhi non piangono
Sono ancora forse addormentata? Fuori la strada e ' bagnata, solo il
Canto d ' un gallo s ' ode!!!
E ' un giorno malinconico,la luce e ' accesa ,il silenzio chiude nel suo
Deserto tutti i sentimenti!
Eppure soffro dentro di me.
Potrò resistere? O le mie lacrime bagneranno ancora una volta il mio viso?


- Poesia in dialetto fuscaldese -

Fritta , frittateddra,fatta cu l ' ovu e a sazizzeddra
Cu tantu formaggiu e nu pocu i sali,
fazzu cuntenti i commensali
cu nu pezzo di pani e nu bicchieri di vinu ,
fazzu cuntentu a ziu Pippinu.


- Amicu pecuraru -

Pecuru pecuraru,quanti pecuri cunti stamatina?
Amicu miu,guardati dallu lupu foresteru,
picchi ' nun e ' sinceru,guardati dalla sua furbiria,
si no ' ti fa ' razzia.


- Solitudine amica -

Amare la solitudine,allontanandosi dalla realtà frenetica e
stressante del mondo; ritrovar sè stessi,ascoltar il tuo intimo.
Cercar la pace, la tranquillità morale.
Sprofondar in un tunnel e sorseggiar la stanchezza ,rannicchiata
Su un divano dietro una tenda.
Mio cuor perché piangi? Perché sei così disperato?
Amor ,amor,sentimento che ti allontani nell ' età che passa!
Rimani ancor fedele al tuo legame, non cercar altri cuori,
non ammalarti di quella malizia mondana che distrugge l ' unione, la vita.


- Passerotto canterino -

Qual buona notizia mi porti in questo mattino,
afoso di luglio,piccolo passerotto?
Gorgheggi a squarciagola. Le note del tuo canto,danzano, e fanno vibrar le corde del pentagramma;
note colorate come il cielo azzurro,che tu sfiori,in ogni tuo volo.
Allegro e gioioso come il ritornello di un ' operetta,
cantata da un tenore al suo giovane amore.


- Vita tra i monti -

Fresca come una goccia di rugiada,una scia accarezza
le vette dei monti. Meraviglioso giardino;
una distesa di verdi pascoli,solcati,da piccoli rivi che dissetano
l ' arsura di un piccolo gregge e il loro vecchio pastore,che
sonnecchia all ' ombra di alti faggi;e ' il suo quieto vivere antico
tra profumi di resina e stelle al chiaro della luna;
mentre un eco di campana culla il suo riposo.
Tra rocce scoscese,il suo piccolo gregge bruca l ' erbetta fresca e tra profumi
di cardi in fiore,aspetta il richiamo di un vecchio cane,
per discendere,attraversando l ' ampia vallata che brulica
di cascinali dispersi,un tempo vivi e ricchi di profumi di vita, ora svaniti
nella limpidezza del suo cielo azzurro.
E ' un vagabondar tra monti e colline,questo camminar sotto il cielo.
Cantar ninne nanne vicine a un fuoco,che riscalda in un abbraccio,
le membra stanche.


- Amor non avuto -

La mia giovinezza trascorsa a rimirar le stelle d ' estate ,
a cantar canzoni e ' ormai passata.
Tra innamoramenti e baci,rubati nei profondi nascondigli di un cuor giovane;
son rimasti chiusi come un tesoro in fondo al mar tra conchiglie e scogli rocciosi.
O amor cresciuto tra rime e sonetti,amor vissuto e mai avuto,
restano soltanto i dolci ricordi, di abbracci sinceri, piccole carezze,
di una fiamma d ' amor ingenuo e fuggitivo.


- Silenzioso sentiero -

Piccolo fiore sbocciato sul silenzioso sentiero ai piedi di un cipresso, e con il tuo tenue
profumo non cancelli la memoria di chi riposa accanto a te; raccontami delle tue
giornate: tu che sei sentinella e appoggi i tuoi rami su quel suolo che nasconde l ' affetto
più caro, dimmi se altri cuori passano su questa via, se altre mani sfiorano il caro volto ormai forse sbiadito dal tempo, se i loro sguardi sono sinceri e la loro bocca si apre per
recitare una preghiera. O gentil fiorellino che vivi all ' ombra di un cipresso, forse non
trovi respiro circondato da sterpi e spine; il tuo sacrificio non sarà vano, se un giorno
non avrai più vigore e le tue forze mancheranno. Il tuo caro seme germoglierà ancora e
nuovi fiori saranno il ricordo di una vita donata per amare questa pietra dove la memoria
di una vita umana rimane per sempre.
Chissà se un giorno, tra un mese, un anno quando se sarò e starò qui a scrivere i miei
pensieri! Tutto fugge, tutto passa, minuti che sembrano un eternità, che svaniscono come
un leggero soffio ma che lasciano un ' ebbrezza di dolcezza o di amaro, e come una
radice sprofonda nel tuo intimo per non lasciarti sola. Tutto non torna ma restano
soltanto i ricordi abbracciati al tuo cuore per non dimenticare quello che è stato


- Tramonto sereno -

Librarsi nell ' aria come una libellula d ' estate e assaporare la freschezza
della fanciullezza. Accarezzata dai colori di un tramonto,la mia mente danza ... ..
e pian piano mi allontano, mentre il suono di un ' arpa mi accompagna ,
dove il sole riflette i suoi raggi; su una strada ricca di amore e di pace,
e al confine infinito di questa immensa distesa azzurra vedo il sole riposare.


- Amore...... -

Questi figli voluti anche nei momenti dove sembrava tutto finito
e invece ti hanno dato ancora la forza di continuare.......
questi figli avuti dal primo sentimento che sfiora i tuoi sensi........
questi figli che hai cresciuto con tutto l'amore che una madre
puo' dare per vederli contenti, sperando che un giorno possano ricordare......
In un momento, ti accorgi di rimanere vuota dentro.....quando si allontanano.
Hai forse dato poco di te? Questo amore.....attende una risposta....sospiri.....
Nessun altro sentimento prendera' il suo posto.
Ricco amore, che sei comprensione,disposto anche a soffrire, per un bene cosi' grande
che e' la maternita'.


- A ....Diego -

Oggi 26 ottobre una farfalla ha spiccato il volo.......
Un piccolo raggio di sole accarezza i colori tenui delle sue ali.
Diego, resterai nei nostri cuori.


- Riflessioni sulla Vita -

La vita ,questo meraviglioso dono che il buon DIO ci ha dato, dobbiamo amarla.
Come un fiore appena sbocciato,bisognoso di cure, di calore, di protezione .
Ecco, noi ,abbiamo bisogno di amore, perche' siamo fragili e deboli.
Come un bambino ,nonostante cresciamo e'necessario essere curati, di essere compresi e di
comprendere i nostri simili.
Ecco, riconoscere in noi stessi che tutti abbiamo bisogno di tutti; non chiudersi nell'orgoglio
gridando al mondo che si e' forti, coraggiosi; tutto questo e' avere il cuore invaso da egoismo
e presunzione.Quanti uomini oggi, dalla loro adolescenza,non si abbassano non accettano i valori
veri e si lasciano trascinare in vicoli bui , dove non c'e' piu' speranza.
La droga,l'alcool, l'abuso sulle creature umane e animali, l'ipocrisia, la vendetta ,l'odio.
Tutto questo porta alla distruzione dell' uomo; alla distruzione della vita stessa.
Bisogna dare tanto amore,vivere in pace, capirsi e aiutarsi,nonostante le nostre piccole possibilita' di
esseri umani.


- Rancori -

I rancori sono come delle pietruzze che imprigionano il sentimento dell'amore e non lasciano respirare il
cuore di quella pace e tranquillita' di cui ha bisogno l'uomo.


- Detti -

La vera generosita' e' quando si da' al prossimo anche quello che e' a te necessario.

Il grande dolore, per un cuore debole e fragile, fa crescere nella pazienza, nel coraggio e nella forza.

Passero solitario,t'en vai ramingo a cercar pace e tranquillita',
nuovi e salubri orizzonti da questo suol dove fu il tuo luogo natio.
Col tuo viver,tra sterpi e fior di rovi allietavi col tuo dolce cinguettar
il silenzio che dimorava in questa verde pianura.
Ora il viver tranquillo della campagna è rapito dal frastuono di mani d'uomo,
rimbombano i suoni,il tuono avanza sulle strade.
Vai mio dolce amico,il tuo ricordo mi fara' compagnia, mentre il sol scompare all'orizzonte,
sperando che un domani possa tu ritornare e consolarmi col tuo dolce canto.

Assorta a rimirar in tardo meriggio dalla finestra la tranquilla primavera, un vecchio gatto con passo
felpato attraverso un muretto antico dove il ricordo
di molte vite sono scolpite in un marmo sormontato da un rilievo di Madonna pregante.
Vedo venir di fretta e con passo andante,con fierezza e portamento da signorotto un giovin
gallo,come se vuol mostrar la sua padronanza di cortile.....fa' un passo,due,tre e alzando la
sua cresta rosso fuoco,nonostante l'ora tarda,si volta verso il ciel con far di sfida e urla
il suo chicchiricchio. Finito di mostrar la sua bravura ritorna nel suo cortil,a beccare sul secco prato la
gramigna e un pover lombrico.

Quandu si vistuta,mi pari na regina,
quando si siduta mi pari na ' badessa,
piccatu!.......Picchi ' ,si brutta cum ' na cessa!.......